Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Comunicazione Notizie Notizie 2013 Bis per Maurizio Torreggiani
Azioni sul documento

Bis per Maurizio Torreggiani

ultima modifica 23/07/2013 08:56
— archiviato sotto: , ,

9.7.13 Confermato presidente della Camera di commercio di Modena per il quinquennio 2013-2018

Bis per Maurizio Torreggiani

Maurizio Torreggiani

Nella prima riunione di insediamento, il nuovo Consiglio della Camera di commercio di Modena ha provveduto all’elezione del Presidente della Camera per il quinquennio 2013-2018. I 33 membri, in rappresentanza delle diverse componenti dell’economia provinciale, hanno eletto con voto unanime, per acclamazione, Maurizio Torreggiani che viene così riconfermato alla presidenza dopo il suo primo mandato svolto dal 2008 ad oggi.

Il Consiglio camerale (nella foto) è così composto:

Cristiano Fini, Giuseppe Ruffini (settore Agricoltura);  Gian Carlo Cerchiari , Francesca Federzoni , Gilberto Luppi, Giovanni Messori, Rossella Po, Franca Popoli, Franco Vantaggi (Industria); Gian Franco Bellegati, Rita Cavalieri, Cinzia Franchini, Luigi Mai, Erio Luigi Munari, Maurizio Torreggiani (Artigianato); Bruna Lami, Silvia Manicardi, Massimo Silingardi , Giorgio Vecchi, Umberto Venturi (Commercio);  Lauro Lugli  (Società in forma cooperativa); Claudio Furini (Turismo);  Alberto Belluzzi, Emer Pacchioni (Trasporti e Spedizioni); Giuseppe Zanardi (Credito e Assicurazioni); Eugenia Bergamaschi, Tamara Bertoni, Massimo Bruni, Gaetano De Vinco, Giuseppe Gervasi (Servizi alle Imprese); Luigi Tollari (Organizzazioni sindacali dei lavoratori); Renza Barani (Associazioni di tutela dei consumatori); Roberta Sighinolfi (Liberi Professionisti).

Il Consiglio si riunirà nuovamente giovedì 25 luglio per l’elezione della Giunta, la quale provvederà successivamente a nominare al proprio interno il Vice Presidente.

Ringrazio vivamente tutti i componenti del Consiglio per la stima e la fiducia che mi hanno accordato - ha dichiarato il Presidente Maurizio Torreggiani – e per avermi riconfermato in questa importante carica in un momento così arduo per la nostra economia. La provincia di Modena in particolare, oltre a soffrire della crisi economica in atto, risente ancora, ad un anno dal sisma, degli effetti negativi della calamità che ci ha colpito. Tutti i settori sono interessati, seppur in maniera diversa, dal calo della domanda e di conseguenza dalla flessione produttiva e commerciale. Disoccupazione e stagnazione dei consumi sono gli esiti sui quali questa crisi si sta avvitando.

Le incertezze correlate alla difficile situazione economica, impongono l’adozione di precise azioni finalizzate da un lato a favorire la ripresa e dall’altro al consolidamento del nostro sistema produttivo. In tale ottica è indispensabile operare investimenti, che rappresentano certamente un volano per ridare impulso all’economia.

L’attuale piano degli investimenti della Camera di Commercio di Modena interessa trasversalmente i principali settori del nostro sistema economico e vede queste principali voci: il polo ICT nell’area di Cittanova 2000, il Tecnopolo, lo scalo merci di Marzaglia ed il Palatipico; si tratta, ritengo, della base di partenza rispetto alla quale potranno essere operate anche ulteriori opzioni da parte dei nuovi organi dell’Ente.

Le priorità strategiche sulle quali si sta intervenendo e sulle quale credo di potrà operare anche in futuro sono l’internazionalizzazione, lo sviluppo economico d’impresa, la ricerca ed il trasferimento tecnologico, la finanza e credito, le infrastrutture, il marketing territoriale, la tutela e regolazione del mercato, la semplificazione ed i servizi alle imprese.

Questo mandato mio e del rinnovato Consiglio camerale ci vedrà fortemente impegnati a supportare in modo fattivo le imprese modenesi che stanno, tra tante difficoltà, fronteggiando questa congiuntura negativa senza precedenti. La nostra responsabilità, il nostro impegno e i nostri sforzi saranno moltiplicati per venire incontro alle stringenti esigenze del nostro territorio.

Per quanto mi concerne, posso assicurare che sarò il presidente di tutti, che mi farò portatore delle istanze di ogni categoria settoriale e professionale, comunque in una logica di fattiva e concreta collaborazione”.

Torreggiani