Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Comunicazione Notizie Notizie 2015 Rapporto annuale sull’economia dell’Emilia-Romagna
Azioni sul documento

Rapporto annuale sull’economia dell’Emilia-Romagna

ultima modifica 30/06/2015 10:51
— archiviato sotto: , , , ,

9.6.15 Presentato in conferenza stampa nella Sede di Bologna della Banca d’Italia

L’economia regionale sta uscendo da una lunga fase recessiva. In base alle stime di Prometeia, nel 2014 il PIL regionale ha ristagnato (0,1 per cen-to). Le esportazioni, cresciute in misura consistente (4,3 per cento in termi-ni nominali), hanno continuato a rappresentare il principale fattore di stimolo alla crescita economica; la domanda interna, al contrario, è stata ancora debole sebbene gli investimenti nella manifattura siano tornati a crescere.

Per il 2015, le stime di Prometeia indicano un tasso di crescita del PIL intorno all’1 per cento per la regione. Le nostre indagini presso le imprese segnano un consolidamento della ripresa per il fatturato e per gli investimenti. Anche le attese delle banche suggeriscono un rafforzamento della domanda di finanziamenti nella prima parte del 2015 alla quale si affiancherebbero condi-zioni di offerta di credito favorevoli. I dati disponibili sui primi mesi dell’anno in corso confermano il miglioramento degli ordini alle imprese, un aumento della crescita dell’occupazione e un attenuazione del calo dei prestiti bancari.

Hanno partecipato il rettore I.Dionigi, R.Orsi presidente Scuola Economia, F.Trimarchi direttore Banca d''Italia Bologna, P.Onofri vicepresidente Prometeia, A.Vacchi presidente Ima.

Il Rapporto annuale sull'econoia dell'Emilia-Romagna è disponibile sul sito della Banca d’Italia al seguente indirizzo http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/economie-regionali/index.html

L'economia dell’EMILIA-ROMAGNA presentata al pubblico il 9 giugno scorso: reperibile qui  http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/economie-regionali/2015/2015-0008/index.html

Il rapporto presenta la recente evoluzione congiunturale dell'economia regionale, anche sulla base dei risultati delle indagini svolte dalla Banca d’Italia su banche e imprese. Nella sezione sull’economia reale, alcuni paragrafi illustrano gli effetti della crisi, rispettivamente, sulle imprese del comparto manifatturiero, sui redditi e i consumi delle famiglie, sulla povertà e sulla esclusione sociale. Altri approfondimenti si concentrano sugli investimenti delle imprese nel corso della crisi, sugli scambi internazionali di servizi alle imprese, sugli investimenti diretti esteri e sulla Garanzia Giovani. La sezione sull’intermediazione finanziaria presenta analisi sull’andamento della domanda e dell’offerta di credito, la mobilità delle imprese sul mercato dei prestiti bancari, l’indebitamento e la vulnerabilità delle famiglie, le garanzia private e pubbliche sui prestiti alle imprese e la struttura del sistema finanziario. La sezione sulla Finanza pubblica decentrata include un approfondimento sulla struttura e i costi del comparto ospedaliero della regione e un riquadro sul prelievo fiscale locale per le famiglie emiliano-romagnole.

I testi degli altri rapporti regionali saranno disponibili sul sito internet della Banca d'Italia nella collana Economie regionali all’indirizzo web http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/economie-regionali/index.html

Allegati: Sintesi dei principali temi trattati (pdf)