Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Comunicazione Notizie Notizie 2015 Terzo settore, sfide e opportunità
Azioni sul documento

Terzo settore, sfide e opportunità

ultima modifica 23/02/2015 11:24
— archiviato sotto: , ,

19.2.15 Convegno nazionale in Regione ER, Bologna.

Documentazione: Intervento di Guido Caselli, Centro Studi Unioncamere Emilia-Romagna

Distinguere la riforma del Terzo settore da quella del welfare, razionalizzare una legislazione eccessivamente frazionata, semplificare la vita delle organizzazioni e omogeneizzare diritti e doveri. Sono alcune delle indicazioni fornite dal Forum Terzo settore dell’Emilia-Romagna come contributo alle Linee guida per la riforma del Terzo settore promossa dal governo. Una riforma che, come scrive il Forum, “coinvolge centinaia di migliaia di organizzazioni, milioni di volontari e un numero rilevanti di lavoratori, oltre a essere un tema che riguarda la maggioranza della popolazione per la funzione di coesione sociale svolta”. Per promuovere un confronto sul percorso di riforma e sulle sue possibili ricadute a livello nazionale e locale, il Forum Terzo settore dell’Emilia-Romagna promuove per il 20 febbraio il convegno “Riforma del Terzo settore: sfide e opportunità” (dalle 9.30 alle 13.30 – Sala Guido Fanti della Regione Emilia-Romagna, via Aldo Moro, 50).

Il convegno apre con un focus sui dati del Terzo settore in Emilia-Romagna e sulle opportunità offerte dalla nuova legislazione.

Dopo i saluti del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, il Direttore ufficio studi Unioncamere Emilia-Romagna Guido Caselli introduce "Il  terzo settore in Emilia-Romagna e le opportunità della nuova legislazione", insieme a Carlo Borganza, Professore di Politica Economica Università di Trento. Segue la relazione di Donata Lenzi, relatrice della legge in commissione Affari sociali della Camera, sul dibattito parlamentare sulla proposta di legge.

Al termine sono previsti gli interventi dei rappresentati del Terzo settore, che fungeranno da stimolo per l’ultima parte dell’incontro, incentrata sulle potenzialità della legge per far crescere la partecipazione dei cittadini e valorizzare il Terzo settore nel rapporto con gli enti pubblici.

Intervengono Luca Rizzo Nervo, assessore alla Sanità del Comune di Bologna, Pietro Barbieri, portavoce del Forum nazionale del Terzo settore, ed Elisabetta Gualmini, vicepresidente della Regione con delega al Welfare e alle Politiche abitative.

diretta Twitter sul canale del Forum @ForumTS_ER hashtag #3settoreriforma

Segui Unioncamere ER sui social youtube.png twitter.png linkedin.png facebook.png

Il programma

Link utili: Protocollo di intesa per la costituzione di un "Osservatorio Regionale sull'Economia Sociale"