Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Comunicazione Notizie Notizie ed Eventi 2016 “Come cambia l’ export agroalimentare dopo la Brexit"
Azioni sul documento

“Come cambia l’ export agroalimentare dopo la Brexit"

ultima modifica 12/09/2016 09:01
— archiviato sotto: , , ,

7.9.16 Quarto incontro sull’internazionalizzazione ed export agroalimentare, venerdì 9 settembre

Venerdì 9 settembre (a partire dalle ore 14 nella Sala “XX maggio 2012” al piano ammezzato “Terza Torre” della Regione Emilia-Romagna in viale della Fiera 8 a Bologna il seminario tratterà la situazione dall’agroalimentare nei confronti delle barriere commerciali, della nuova situazione determinata dalla “Brexit” e al tema, particolarmente attuale, dei nuovi accordi internazionali.

Dopo l’intervento dell’europarlamentare Paolo De Castro, la relazione dell’assessore Patrizio Bianchi permetterà una visione sulle strategie regionali e sulle priorità d’azione sui mercati internazionali.

Seguiranno poi le relazioni di Chiara Bentivogli (sede regionale di Banca d’Italia) sulla competitività internazionale, di Gabriele Canali (Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza) dedicata ai nuovi scenari internazionali per l’agroalimentare e di Vincenzo De Luca (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) sulle diverse azioni che l’Italia svolge per la promozione del sistema Paese sui mercati esteri.

Spazio specifico sarà dedicato a due casi aziendali, utili per affrontare il tema delle barriere commerciali che le aziende devono conoscere e affrontare: si tratta di Emanuele Ferri dell’azienda di produzione si suini di razza Mora Romagnola “Cà Lumaco” di Zocca e Augusto Zuffa produttore vitivinicolo biologico di Imola, produttori regionali inseriti nel commercio internazionale.

Le conclusioni del seminario dell’assessore regionale all’agricoltura Simona Caselli.

Dettagli sul programma e adesioni al link