Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Comunicazione Notizie Notizie ed Eventi 2019 19esimo Meeting ACEF a Bologna
Azioni sul documento

19esimo Meeting ACEF a Bologna

ultima modifica 02/12/2019 09:01
— archiviato sotto:

7.11.19 Quattro giornate di dibattito per guardare al futuro. Il 29 novembre ultima giornata

Cos’è cambiato “Sotto i cieli d’Europa” nell’ultimo mezzo secolo, dopo la fine della convertibilità tra oro e dollaro e la crisi petrolifera, la caduta del muro di Berlino, il trattato di Maastricht, l’allargamento della UE a nuovi partner, la guerra dei Balcani, le primavere arabe e ancora il trascinarsi della crisi economica: quali i valori, quali le attese e quali le regole del nuovo mondo? Se ne parla a novembre nel corso di quattro appuntamenti, tutti di venerdì nelle giornate dell’8-15-22-29,  nella sede di Confindustria Emilia Area Centro in via San Domenico 4 a Bologna per chiudere la settimana con riflessioni e propositività. Questa la sintesi dei temi delle giornate:

8 novembre: dedicata focus sui rapidi cambiamenti e sulle nuove sfide che anni di crisi e dirompenti innovazioni tecnologiche hanno portato

15 novembre: continuità aziendale in un contesto complesso, turbolento e rischioso. Argomento centrale la ricerca dei modelli e strumenti d’allerta, anche software, per la prevenzione delle crisi d’impresa, con attenzione al codice della crisi e dell’insolvenza approvato il 14 febbraio 2019.

22 novembre:  tutto sul cosiddetto “intangibile”, ovvero ai beni immateriali, loro ruolo e valore nei bilanci delle imprese, prevede lo sviluppo di due blocchi tematici. Alla mattina, lavalorizzazione e corretta valutazione dei beni immateriali nei bilanci delle imprese, con particolare riferimento ai marchi e ai brevetti industriali. Al pomeriggio, dar risposta alla domanda “Qual è oggi e quale il business dello spettacolo nei prossimi anni?”.

29 novembre:  il tema, la digitalizzazione del mondo professionale: proposizione di nuovi servizi e revisione dei modelli organizzativi, rischi del riposizionamento degli studi, compliance alle norme di privacy e antiriciclaggio con comparazione negli anni di driver evolutivi degli studi professionali quali le Forme giuridico-organizzative di aggregazione, la Tecnologia e il Marketing-Comunicazione. Particolare attenzione sarà riservata all’impatto della rivoluzione digitale e delle nuove tecnologie sulle strutture organizzative degli studi non solo con riferimento ai servizi di base (fatturazione, contabilità, adempimenti fiscali), considerati ormai mere “commodities”, ma anche alla prospettazione, progettazione, ingegnerizzazione e commercializzazione con l’eventuale ausilio dell’intelligenza artificiale.

Programma