Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Siti tematici Registro Imprese Manuali Manuale Nazionale Adempimenti del Registro delle Imprese con integrazioni Emilia-Romagna SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA E CONSORTILI A R.L. OPERAZIONI SU QUOTE Intestazione/Reintestazione di partecipazione di s.r.l. a società fiduciaria (dottore commercialista)
 
Azioni sul documento

Intestazione/Reintestazione di partecipazione di s.r.l. a società fiduciaria (dottore commercialista)

ultima modifica 12/04/2016 11:33

Norme di riferimento: (art. 2470 c.c., Legge n. 1966 del 23 novembre 1939, art. 36 D.L. 112/2008 convertito con L. 133/2008)

Termine: 30 giorni dalla data della marcatura temporale

Obbligato: professionista iscritto nella sezione "A" dell'Albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili

IMPORTI

Diritti di segreteria:
con modalità telematica € 90,00
Imposta di bollo: € 65,00
 

COMPOSIZIONE DELLA PRATICA E FIRME DIGITALI

MODULISTICA REGISTRO IMPRESE: Modulo S

CODICE ATTO: A18

ALLEGATI: atto di intestazione o di reintestazione di partecipazioni di S.r.l.

FORMA DEGLI ATTI E DEI DOCUMENTI:

Originale informatico (art. 21, comma 1, del d.lgs 82/2005) firmato digitalmente dalle parti contraenti e dal professionista incaricato, convertito in file con estensione .pdf/A (ISO 19005) e marcato temporalmente dopo l’apposizione della firma digitale da parte dell’ultimo contraente. Questo file deve essere allegato con estensione ".rel.p7m" e viene ottenuto dall’Agenzia delle Entrate come ricevuta dell’avvenuta registrazione dell’atto.
Esso contiene l’atto di cessione quote e la ricevuta di avvenuta registrazione

DISTINTA: va sottoscritta dal professionista iscritto nella sezione "A" dell'Albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili

NOTE:

La reintestazione per atto unilaterale di rinuncia al mandato può essere predisposta solo da notaio.

Fattispecie in applicazione dei casi risolti da Unioncamere e Consiglio Nazionale del Notariato 17 febbraio 2010.

Per quanto attiene all'applicazione dell'imposta di bollo si rinvia alla risoluzione dell'Agenzia delle Entrate di Roma, Direzione centrale Normativa e Contenzioso n. 197/E del 20 ottobre 2003.

Non è prevista l'esenzione da diritti di segreteria ed imposta di bollo per start up innovative e per i primi cinque anni per gli incubatori certificati (Parere dell'Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale di Pesaro-Urbino n. 20141119 del 17/11/2014).
Non è analogamente prevista l'esenzione da imposta di bollo per i primi cinque anni per le pmi.