Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Studi e statistica Studi e statistica news Studi e ricerche news 2013 La crisi riduce anche le imprese femminili
Azioni sul documento

La crisi riduce anche le imprese femminili

ultima modifica 21/04/2013 16:21

4.2.13 I dati del Registro imprese delle Camere di commercio a fine dicembre 2012

Sono 89.949 le imprese femminili emiliano-romagnole, il 21,2 per cento delle imprese regionali. La crisi economica si acuisce e continua a incidere sulla imprese in rosa (-193 unità -0,2 per cento).

In Italia si riducono dello 0,4 per cento. Ai due estremi le tendenza in Toscana (+0,4 per cento) e Molise (-2,2 per cento). In regione salgono a Rimini e Ferrara, ma scendono a Piacenza e Ravenna.

Diminuiscono le ditte individuali (-398 unità, -0,7 per cento) e aumentano le società di capitale (+185 unità, +1,6 per cento).

A livello settoriale si riducono le imprese agricole, del commercio e della manifattura, mentre aumentano quelle dei servizi di alloggio e ristorazione, dell’immobiliare e delle costruzioni.

| Imprenditoria femminile | Dicembre 2012 - Imprese femminili (.pdf 59kb) | Comunicato stampa |