Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Studi e statistica Studi e statistica news Studi e ricerche news 2021 Congiuntura del commercio 4° trimestre 2020
Azioni sul documento

Congiuntura del commercio 4° trimestre 2020

ultima modifica 02/04/2021 09:07

30.03.2021 Le vendite al dettaglio cedono il 3,1 per cento nel 4° trimestre e il 2020 si chiude con una caduta del 5,6 per cento

Come nel 2013, ma non così male, anzi molto peggio o molto meglio.
La differenza dell’andamento congiunturale tra le tipologie del dettaglio non è mai stata così ampia. L’epidemia di coronavirus ha accelerato i processi di cambiamento che caratterizzano il settore del commercio da anni e ha introdotto elementi nuovi. La ripresa della pandemia autunnale ha accentuato la tendenza negativa delle vendite nel quarto trimestre (-3,1 per cento). Cadono le vendite del dettaglio specializzato non alimentare, la perdita è molto più contenuta per quello alimentare, ma, soprattutto, iper, super e grandi magazzini ottengono l’aumento delle vendite più elevato mai rilevato. Nel complesso, il 2020 si chiude con una perdita del 5,6 per cento, il peggiore risultato da 7 anni, solo lievemente meno pesante dei risultati del 2012 e 2013, ma, rispetto ad allora, la differenza dell’andamento delle vendite tra le tipologie del dettaglio è enormemente superiore. Sulla base imprenditoriale la pressione si è di nuovo lievemente ridotta (-2,0 per cento) e gli effetti della pandemia si manifesteranno una volta rimossi gli strumenti di salvaguardia introdotti.

| Osservatorio della congiuntura del commercio | Indagine (.pdf) | Comunicato stampa | Playlist servizio tv