Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sections
Tu sei qui: Portale Studi e statistica Studi e statistica news Studi e ricerche news 2021 Imprese giovani. 2° trimestre 2021
Azioni sul documento

Imprese giovani. 2° trimestre 2021

ultima modifica 11/10/2021 08:19

24.09.2021 Dopo quasi 10 anni si rafforza l'inversione di tendenza in positivo delle imprese giovanili (+1,8 per cento)

I dati del Registro delle imprese.

Al 30 giugno 2021 le imprese attive giovanili emiliano-romagnole sono risultate 27.581 quindi, dopo che nel primo trimestre di quest’anno avevano invertito la precedente tendenza negativa che proseguiva ininterrotta dal 2012, nel secondo trimestre hanno decisamente rafforzato la loro crescita rispetto alla stessa data del 2020 (+475 unità, +1,8 per cento). La nuova tendenza positiva della base imprenditoriale regionale risulta invece flebile per le imprese non giovanili, che sono solo lievemente aumentate (+0,3 per cento, +1.239 unità).

A fine giugno le imprese giovanili femminili erano 7.626 pari al 27,6 delle im-prese giovanili regionali. Sono concentrate in tre divisioni di attività: commercio al dettaglio (18,3 per cento), ristorazione (14,4 per cento) e servizi per la persona (13,6 per cento). Dal secondo trimestre 2016 e per 20 trimestri hanno mostrano una tendenza negativa, apparsa particolarmente accentuata nel corso del 2020, che si è ridotta sensibilmente nel primo trimestre del 2021 e invertita solo nel secondo con un leggero incremento dello 0,9 per cento (+65 imprese) rispetto alla fine di giugno dello scorso anno.

Alla stessa data le imprese giovanili straniere erano 7.692 pari al 27,9 delle imprese giovanili dell’Emilia-Romagna. Sono fortemente concentrate in tre divisioni di attività: soprattutto nelle costruzioni (27,9 per cento), quindi nel commercio al dettaglio (16,8 per cento) e nella ristorazione (12,6 per cento). Esse risultano continuamente in diminuzione dalla fine del 2012, trascinate dalla tendenza negativa del settore delle costruzioni. La tendenza negativa non si è accentuata nel 2020, ma si è sensibilmente ridotta nel primo trimestre 2021 e è stata ulteriormente limitata nel trimestre in esame (-1,2 per cento, -97 imprese), un dato così contenuto non lo si registrava dalla fine del 2014.

È stata quindi la crescita delle imprese giovanili ne femminili ne straniere a determinare quella complessiva delle giovanili regionali.

| Imprenditoria giovanile | Giugno 2021 (.pdf) | Banca dati |